Cambia prospettiva e niente sarà più come prima, neppure tu!

Coaching

Coaching_A
Il Coaching è una una nuova professione di aiuto che offre sostegno alle persone e alle organizzazioni, una nuova forma di consulenza. La società attuale, anche grazie all’avvento di internet, ci sazia di informazioni lasciandoci affamati di vera conoscenza, quella che solo il “saper fare”, attraverso il mettersi in gioco, può colmare.
Il Coaching è nato negli Stati Uniti ca 50 anni fa dall’incontro tra la PNL e il business management, dunque, prevalentemente legato all’area commerciale e alla pubblicità.

Anche in Italia, sulla scia americana, ancora prevale questo tipo di impostazione. Per fortuna stanno nascendo nuove forme di coaching veramente mirate alla persona e alle relazioni che poi sono alla base di tutto, anche delle organizzazioni, della pubblicità e del business.
Il modello di coaching proposto ha la peculiarità di creare autonomia e non dipendenza. La persona viene condotta a sviluppare nuove competenze o implementare competenze sopite. In questo modo la persona impara qualcosa che potrà essere applicato in tutti i campi della vita e non solo quello specifico per cui è stato necessario l’aiuto del coach/consulente/negoziatore. Un reale percorso di formazione e di crescita umana. La fisica quantistica ci dice che volenti o nolenti siamo i creatori della nostra realtà, dunque si tratta di diventare “creatori consapevoli”.

Il modello proposto si richiama al Coaching Strategico ideato dal Prof. Giorgio Nardone e basato sulla filosofia dei sofisti e le idee degli antichi strateghi d’oriente e d’occidente. Un metodo efficiente ed efficace per smettere di subire la realtà e imparare finalmente a gestirla. La scelta di operare al di fuori dello staff del Prof. Nardone, oltre a permettere di integrare il metodo con altri modelli, è dettata dall’esigenza di fare in modo che tutti possano accedere a conoscenze che, da millenni, sono patrimonio dell’umanità (come egli stesso afferma nelle sue pubblicazioni), dunque senza preclusioni di budget. Link principi etici
Altro strumento utilizzato è l’innovativo NeuroEnneagramCoaching che unisce la millenaria saggezza dell’Enneagramma, una vera mappa dei comportamenti umani, con le Neuroscienze. Come liberare noi stessi e i nostri rapporti da comportamenti abituali che sembrano un vero “pilota automatico” e scoprire la meraviglia di relazioni sempre nuove e uniche. “Siamo noi che creiamo le nostre abitudini e poi le nostre abitudini creano noi” J. Dryden

E infine un nuovo strumento negoziale:
Il Coaching Collaborativo per la risoluzione di situazioni conflittuali sia a livello familiare che commerciale o condominiale. Aiuta le persone e le organizzazioni a uscire dalle proprie posizioni a tutela dei propri interessi, evitando così di finire davanti al giudice. Si tratta di un uso strategico del diritto in modo che sia realmente funzionale alla società civile che così riscopre la propria autonomia.

Il Coaching, nelle sue molteplici declinazioni, è una nuova professione che coniuga l’esperienza e la tattica di un allenatore sportivo con la sensibilità e la strategia di uno psicologo o di un negoziatore. Molti “esperti” , purtroppo, finiscono per alimentare un eccesso di sovrastima senza tener conto delle reali risorse individuali. Ognuno si muove in un determinato contesto ed ha le proprie peculiarità e la propria esperienza; solo tenendo conto di questi fattori si può attuare un reale, proficuo e duraturo cambiamento. Inutile alimentare fantasie quando si vogliono creare realtà (Tiziana Colozza).

Il Coaching è uno strumento realmente efficace che aiuta la persona e/o le orgazizzazioni a far quadrare il bilancio della propria vita privata e/o professionale, a migliorare i rapporti con gli altri, scoprendo le strategie più adatte per raggiungere i propri obiettivi in tutti gli ambiti dell’agire umano.

A CHE SERVE?

Nella vita ti sarà sicuramente toccato di dover affrontare momenti di cambiamento, momenti difficili. A volte sei riuscito a farvi fronte con relativa facilità, altre volte ti sei trovato bloccato, incapace di prendere una decisione, di affrontare le sfide della vita, di adattarti ad un cambiamento, scelto oppure subito. Ti sembra di soccombere davanti agli eventi non riuscendo ad accedere alle tue risorse.

Insomma, ti sembra di aver perso lo smalto, le tue vecchie strategie non funzionano più, o chissà proprio loro sono diventate il problema?!
Ebbene, le difficoltà fanno parte della vita, come i lutti e i cambiamenti che i nostri genitori e ancor più i nostri nonni affrontavano con maggior sicurezza e successo. Oggi troppo spesso viene tacciato di patologia qualsiasi problema si incontri lungo il cammino. Come se il vento non dovesse mai girare. E’ qui che può esserti utile uno skipper, qualcuno che abbia esperienza e competenze specifiche per farti ritrovare le risorse perdute e anche risorse nuove e insospettate!

COME FUNZIONA?

A differenza delle varie terapie psicologiche qui si lavora su obiettivi specifici e con tempi determinati. Il Coaching non si occupa di patologie bensì di performance, comunicazione e negoziazione.

La prima sessione (gratuita) è dedicata alla reciproca conoscenza e alla definizione del problema e alla individuazione dell’obiettivo viene anche concordato un piano di sessioni, che normalmente non superano i 10 incontri oltre a un paio di verifiche a distanza di 2/3 mesi. Questa metodologia ti garantisce un impegno limitato nel tempo oltre ad essere del tutto sostenibile dal punto di vista economico. E’ inutile fare con più ciò che si può fare con meno diceva il grande filosofo inglese Guglielmo da Ockham.

Inoltre, non sei tu a dover apprendere il linguaggio del terapeuta bensì è il Coach ad adattarsi al tuo linguaggio e alla tua visione. Le parole dicono di noi molto di più di quanto possiamo immaginare, svelano un mondo percettivo del tutto unico, spesso doloroso o limitante.
In questo modo attraverso il dialogo strategico scopri, insieme al tuo Coach, nuovi modi di vedere, percepire, affrontare le cose. Si amplia il tuo ventaglio di scelte e siccome il processo, seppure sapientemente guidato, è il tuo, scopri che quel che hai imparato in un ambito della tua vita puoi trasferirlo ad altri.
Insomma, non si tratta di una teoria che l’esperto cerca di farti indossare bensì di un abito su misura, tagliato proprio su di te. In questo modo non ti ritrovi con delle nuove cognizioni da applicare al tuo problema/obiettivo bensì traduci in esperienza diretta e replicabile le tue capacità “dimenticate” e ritrovate.

A CHI E’ RIVOLTO

Tutti ci relazioniamo con gli altri, con ciò che ci circonda e con noi stessi. E lo facciamo attraverso il nostro modo di percepire gli altri, il mondo che ci circonda e noi stessi. Come sappiamo i colori non esistono in natura, siamo noi che, con il nostro “filtro” della realtà , li creiamo. (…)
Ebbene questo “filtro” è strutturato secondo varie circostanze, come l’educazione ricevuta, le esperienze della nostra vita etc. Questo non significa che “vediamo” correttamente. Basti pensare a quanti contrasti si creano nelle nostre relazioni. Ognuno vive nella propria realtà soggettiva, si tratta di trovare le “sfumature” giuste per creare relazioni funzionali a cominciare da quella con se stessi.
Le percezioni condizionano letteralmente la nostra vita, in tutti gli aspetti e in tutte le relazioni con gli altri, con il mondo che ci circonda e con noi stessi.
Mettere a fuoco in modo funzionale non è sempre così semplice a volte c’è bisogno di un aiuto esterno.
Le situazioni in cui più spesso ci “impantaniamo” sono l’ambito lavorativo, le relazioni familiari, il raggiungimento di determinati obiettivi siano personali, professionali o sportivi.
Per cui il Coaching è rivolto principalmente a manager, liberi professionisti, sportivi, musicisti, studenti, insomma a persone che vogliono o devono migliorare la loro performance. Ma anche a chiunque abbia un qualunque problema relazionale, dai problemi di coppia o familiari a quelli di vicinato o di mobbing. Senza dimenticare le relazioni con se stessi come la difficoltà di smettere di fumare, seguire una dieta, cambiare lavoro, affrontare una perdita che sia un lutto, il divorzio o il licenziamento. Vale la pena ricordare che molti cambiamenti “indesiderati” fanno parte della vita e certe disfunzionalità non sono patologiche anche se col passare del tempo possono diventarlo. Il cambiamento fa parte della vita. In natura tutto cambia e si sussegue. Il giorno e la notte, le stagioni, le maree etc. La vita stessa è cambiamento. Cambia prospettiva e niente sarà più come prima, neppure tu! (Tiziana Colozza)

QUANTO COSTA?

Innanzitutto bisogna dire che i tipi di intervento sono diversi, possono riguardare solo una persona, una coppia o addirittura un team. La maggior parte delle volte le sessioni si svolgeranno presso lo studio del Coach, altre volte saranno a domicilio. In caso di necessità ( distanza, emergenze, orari serali, etc) si potranno svolgere via Skype. Sempre sono da preferire le sessioni in presenza, skype è un ottimo strumento ma fa perdere la “magia dell’incontro”. Quindi il costo varia in base a diversi fattori. In ogni caso si può concordare un pacchetto per l’intero percorso.
A scopo indicativo il costo per sessione varia da 70 € a 150 €, a seconda siano individuali, di coppia o aziendali. Con i pacchetti prepagati puoi risparmiare. Le sessioni in team normalmente durano 90 minuti mentre quelle individuali o di coppia 60 minuti. In ogni caso si lavora per sotto obiettivi quindi la durata è solo indicativa. In ogni caso la prima sessione è gratuita, essendo in parte dedicata alla reciproca conoscenza e alla definizione della road map oltre, ovviamente, alla individuazione del problema e alla definizione dell’obiettivo.